Doniamo sangue
a chi ne ha bisogno
Prestiamo soccorso
a chi ne ha bisogno
Formiamo con passione
a fare la differenza

Emergenza

Soccorso sanitario

Avis Meda presta servizio di soccorso sanitario di emergenza-urgenza coordinato dall’Agenzia Regionale Emergenza e Urgenza (AREU) di Regione Lombardia.

I nostri dipendenti e volontari sono in servizio ogni giorno, garantendo una ambulanza pronta a partire giorno e notte per rispondere alle chiamate di soccorso provenienti principalmente dal territorio di Meda e dai paesi limitrofi.

Dal lunedì al venerdì i nostri dipendenti garantiscono il servizio di una ambulanza dalle 7.00 alle 19.00 e di una seconda ambulanza dalle 13.00 alle 20.00, mentre di notte e nei giorni festivi sono i nostri volontari ad assicurare la presenza continuativa di una squadra di soccorso.

Con equipaggi di 2, 3 o 4 soccorritori, garantiamo questo servizio con 3 ambulanze attrezzate per ogni eventualità: ogni mezzo è dotato di pedane anti-vibrazione, una barella autocaricante con sistema di trasporto pediatrico in sicurezza e tutti i presidi utili al trasporto di pazienti traumatici quali tavola spinale e barella a cucchiaio, una sedia portantina (“cardiopatica”) a discesa assistita e i kit traumi per adulti e bambini.

In particolare, tutte le ambulanze sono munite di:

DAE

Defibrillatore semi-automatico esterno da utilizzare in caso di arresto cardiaco: ogni minuto conta!

Lifepak 12 e Eli 10

Con il Lifepak 10 e l’Eli 10 siamo in grado di registrare e trasmettere un elettrocardiogramma prima alla Sala Operativa e poi al Pronto Soccorso che accoglierà il nostro paziente. 

PediMate

Per trasportare in sicurezza i bambini più piccoli che non abbiano subito alcun trauma, abbiamo a bordo questo speciale strumento che viene fissato alla barella e permette di utilizzare “cinture di sicurezza” adeguate alle loro piccole dimensioni.

Tavola spinale pediatrica

Per poter garantire una immobilizzazione adeguata in caso di trauma ai bambini abbiamo a bordo, oltre alla tavola spinale e al kit di immobilizzazione per adulti, anche una versione pediatrica che si adatta alle varie età e alla diversa conformazione anatomica dei pazienti più piccoli.

ECG teletrasmessi

Riconoscere un infarto miocardico acuto (IMA – STEMI) già a casa del paziente permette di indirizzarlo ad un Pronto Soccorso dotato di Unità Coronarica e di attivare il personale già durante il trasporto, affinché al suo arrivo tutto sia già pronto per trattarlo.

Lifepak 12 è un monitor multiparametrico, mentre Eli 10 è un elettrocardiografo portatile: ogni ambulanza è dotata di uno o dell’altro, ed entrambi sono collegati alla Sala Operativa.

Il progetto di teletrasmissione dell’ECG dai mezzi di soccorso di base (MSB) iniziò proprio con Avis Meda, grazie al generoso dono di Brianza per il Cuore: i nostri mezzi sono stati infatti tra i primi ad essere dotati di un monitor con elettrocardiografo, e i nostri soccorritori tra i primi addestrati ad eseguirlo (mentre la sua lettura ed interpretazione è effettuata dal personale medico della Sala Operativa).

Ma chi opera sulle nostre ambulanze?

Come si compone il nostro equipaggio?

L’equipaggio del Servizio Emergenza è composto da soccorritori esperti, in possesso della certificazione regionale di soccorritore-esecutore ed abilitati all’uso del DAE. La squadra all’opera è composta da:

  • Autistaun soccorritore esperto che è responsabile del trasporto e del posizionamento in sicurezza dell'ambulanza, soprattutto sugli interventi in strada.
  • Referente SOREU - Capo Serviziocomunemente noto come capo-servizio (CS). Coordina l'equipaggio durante l'intervento di soccorso, seguendo i protocolli e le direttive della Sala Operativa, con la quale è in contatto durante l'intera durata della missione. È un soccorritore esperto, dotato anche di competenze trasversali di leadership, relazionali e comunicative.
  • Soccorritorisull'ambulanza ci possono essere anche uno o due soccorritori che si occupano esclusivamente delle manovre di soccorso, collaborando con il capo-servizio nella valutazione dei parametri vitali e nella gestione del paziente durante il trasporto.
  • Soccorritore in formazionesull'ambulanza può essere presente anche un allievo soccorritore: svolta la prima parte del corso teorico, l'allievo inizia il suo tirocinio di qualifica volto al conseguimento della certificazione regionale sotto l'occhio vigile del capo-servizio e degli altri membri dell'equipaggio.

Tutti i membri dell’equipaggio hanno sostenuto un corso di formazione e svolgono periodiche sessioni di aggiornamento secondo le normative vigenti e sono in grado di fronteggiare con professionalità, tatto e sicurezza tutte le situazioni in cui viene richiesto un intervento di soccorso sanitario!

Sei interessato a diventare un soccorritore?

nome-foto
continuità_assistenziale

Per informazioni per diventare volontario: info@avismeda.it